Tra strade, vie d'acqua e d'aria per incontrarsi nel territorio
La Grande Fabbrica delle Parole fa parte di "Rane volanti", un un progetto di coesione sociale finanziato da Fondazione Cariplo su via Padova, a Milano.

Il perchè del nome

"Le rane volanti hanno dita palmate che servono a planare più dolcemente, dopo aver spiccato un balzo. Non fanno grandi balzi, le rane volanti, ma raggiungono con studiata cautela i propri obiettivi. Questo progetto si chiama rane volanti anche perché le rane ci ricordano la via d'acqua rappresentata dal Naviglio Martesana, che insieme a via Padova innerva il territorio interessato dal nostro lavoro. C'è poi, a portarci dentro a questa immagine, un'idea di legame con l'aria che ha a che fare non tanto con voli spettacolari quanto con un appoggiarsi lievemente sulle questioni: in punta di piedi nelle connessioni tra persone, luoghi e cose, perché la realtà con cui abbiamo a che fare non è violenta come la dipingono, ma delicata e fragile; non è complicata, ma complessa; non è da attraversare con le ragioni della forza, ma piuttosto con la forza della ragione.

 

La rete e il progetto

Rane volanti è una rete territoriale composta da tredici soggetti collettivi: cooperative sociali che si occupano di minori, famiglie, soggetti fragile e sviluppo di comunità - COMIN, Saman Lavoro, Tempo per l'Infanzia; associazioni di volontariato - Arché, Insieme nelle Terre di mezzo; una parrocchia  - San Basilio; Fondazioni - Oltre, Bertini Malgarini, Casa della Carità; l'università - Dipartimento di Studi Sociali e Politici - Università degli Studi di Milano; associazioni culturali e di promozione sociale - Villa Pallavicini, Città del Sole - Amici del Parco Trotter, La Misericordia, Comitato Vivere in Zona 2.

Il territorio di riferimento di Rane volanti è la zona tra via Padova e il Naviglio Martesana, caratterizzata da provenienze nazionali disparate, scuole multietniche e comunità religiose molteplici; sopratutto, da una percentuale molto alta di popolazione giovanile. Gli ingredienti di un territorio che non si esita a definire il "quartiere multietnico" di Milano e dunque, potenzialmente, la Brick Lane italiana.

Rane volanti parte dal presupposto che la coesione sociale di un territorio si realizzi a partire dal dialogo tra i diversi soggetti sociali presenti, non concentrandosi sulle sacche di disagio, ma mettendo in dialogo le realtà culturali, commerciali, sportive, di svago, con gli spazi di vita quotidiana che ciascuno abitualmente frequenta.

Il programma triennale di lavoro che le organizzazioni aderenti al progetto stanno attuando comprende un'attenzione specifica per alcune aree di intervento ritenute centrali per il territorio in questione: informazione e comunicazione, convivialità delle differenze, valorizzazione dei luoghi, promozione del protagonismo giovanile, sostegno ai soggetti deboli. Fine ultimo della rete è di concludere il percorso avviato con il contributo della Fondazione Cariplo diventando un soggetto territoriale stabile, mirando a rendere quanto sperimentato servizio permanente per i cittadini della zona e replicabile in altre aree cittadine.

 

Visita il sito www.ranevolanti.org

Scarica il vademecum multilingue del progetto.

Eventi
Rubriche